Fobie

fobia

Il termine fobia indica il timore irrazionale e incontrollabile di una situazione avvertita come minacciosa in assenza di un reale pericolo. Tra le fobie più diffuse sono presenti la paura delle altezze (acrofobia), la paura dei ragni (aracnofobia), la paura del sangue e delle ferite (emofobia), la paura degli spazi chiusi (claustrofobia), la paura dei luoghi pubblici (agorafobia), la paura di essere sepolti vivi (tafofobia), la paura dello sporco (rupofobia) e la paura dei cani (cinofobia).
Le fobie si esprimono con sintomi fisiologici quali tachicardia, vertigini, extrasistole, nausea, senso di soffocamento, sudorazione eccessiva, tremore, disturbi gastrici, diarrea. Fortunatamente, qualora non entrino in campo altri disturbi di natura psicologica, il trattamento delle fobie è relativamente semplice e può giovarsi anche di un breve percorso di psicoterapia.