Sostegno alla maternità

sost_mat

La gravidanza è una condizione sia fisica che psicologica. Per il corpo si tratta di un periodo di adattamento imposto dai cambiamenti ormonali e da quelli esteriori ma la mamma deve far fronte anche ai cambiamenti del proprio contesto, alle preoccupazioni circa il futuro, alle mutate dinamiche familiari.
Nella società moderna anche una madre deve mostrarsi efficiente, dividendosi tra il ruolo di mamma e quello di donna, e talvolta di lavoratrice. La maternità di per sé rappresenta dunque un momento unico, per forza di cose problematico, un momento però così idealizzato e standardizzato che lascia poco spazio alle eccezioni personali, le quali generano senso di colpa e di inadeguatezza.
A livello inconscio, le due dimensioni di madre e di donna sono spesso in forte contrasto tra loro. Un contrasto talmente forte che può portare addirittura all’esclusione, alla negazione di una delle due dimensioni. Spesso non si riesce ad essere madre perché si ha paura di perdere il proprio status di donna.
Alcune donne non riescono a rimanere incinte, nonostante non sia presente alcun impedimento di natura fisica, soltanto a causa di un rifiuto inconscio della maternità. In sede di analisi, si ricercano le cause di tale rifiuto in maniera pacifica, attraverso l’ascolto, al fine di creare elementi utili al soggetto stesso per rimuoverle.
In alcuni casi sono proprio le mutazioni fisiche indotte dalla gravidanza ad essere difficili da accettare per la donna che è diventata madre.
Se l’amore del bambino è così forte e totalizzante che è difficile per la mamma staccarsi anche solo per un momento dalla dimensione di madre, anche l’amore materno talvolta può divenire asfissiante: una terza persona, incarnata dal terapeuta, e uno spazio per la parola diventano in questo caso necessari per ripristinare la giusta distanza, il necessario equilibrio tra madre e figlio, tra madre e donna. Il desiderio della donna diventata madre non deve esaurirsi nel desiderio di quest’ultima.
Il sostegno alla maternità rappresenta un valido sostegno psicologico alla donna, alla quale viene offerto uno spazio di ascolto delle nuove problematiche che essa sente pesare su di lei prima, durante e dopo la maternità.